I fiori e le loro parti rappresentati nella collezione Anthemion evocano per eleganza ed estetica, le tavole illustrate di uno dei più grandi florilegi conosciuti, cioè l’Hortus Eystettensis del 1613, considerato come il padre di tutti gli erbari moderni, dove la cura con cui sono stati accostati i colori delle diverse specie, evitando stacchi bruschi, ci ricorda che siamo in presenza di un’opera pensata per il piacere dello sguardo.

Così come la realtà dei fiori è fatta di tante parti anche minuscole, il micromosaico Mutaforma è composto da tessere in vetro di dimensioni infinitesimali che ne costituiscono il punto di forza.

 

GALLERY