Cersaie 2018: ecco #super!

Lo spazio Mutaforma, concepito per la fiera, vuole essere una piccola architettura pop, leggera e colorata, semplice e tecnologica: una SUPERtrilogia e una zona di contatto, fatta di colore, luce e che vuole sorprendere. Non semplice pasta di vetro, ma un materiale stratificato, composito e nanotecnologico, che non rimanda semplicemente ad un nuovo tipo di tecnologia, ma è un reale cambio di paradigma nella progettazione dei materiali.

La novità, che il brand presenta, è Mutaforma for CONTRACT.

Gli utenti sono invitati, invogliati dal materiale stesso, a fantasticare, fornire stimoli, contribuendo al processo di co-creazione.

Un esempio di questo servizio tailor made è stato riportato sulla parete che chiude lo stand, ispirato ad un’opera d’arte, è un elemento out of the box rispetto all’allestimento pop. Si tratta de La Vucciria di Renato Guttuso, l’imponente quadro esposto durante EXPO 2015 – con la sua identità esuberante, un mix di colore e vita – interpretato e ridisegnato alla maniera di Mutaforma, con l’intento di raggiungere un livello di perfezione paragonabile solo all’arte pittorica.